Rafforzare l’immunità per affrontare l’epidemia di COVID-19 con i suggerimenti della Medicina Funzionale

Scritto da

Aumentare le difese immunitarie

Con la diffusione del coronavirus COVID-19, l’Istituto di Medicina Funzionale desidera ricordare che ci sono diversi passaggi che è possibile adottare per ridurre le possibilità di esposizione ai virus respiratori e per rafforzare la propria immunità. Le seguenti informazioni indicano cosa puoi fare per proteggere te stesso e la tua famiglia.

Credits A Night Owl Blog

Strategie di prevenzione in linea con i centri per il controllo e la prevenzione delle malattie

Comportamento

Lavaggio delle mani: il modo più consolidato per prevenire le infezioni respiratorie come l’influenza stagionale e il coronavirus è il lavaggio frequente e accurato delle mani con acqua e sapone. Strofina accuratamente le mani con acqua e sapone per almeno 20 secondi.

Disinfettante per le mani: il lavaggio delle mani con acqua e sapone è il modo migliore per ridurre i germi, ma se non sono disponibili, i disinfettanti per le mani a base di alcol che contengono almeno il 60% di alcol possono aiutare a ridurre la diffusione dell’infezione.

Nota: evitare qualsiasi prodotto contenente triclosan, un noto agente chimico che altera gli ormoni.

Coprire bocca e naso: copri bocca e naso con un fazzoletto quando tossisci o starnutisci; se le tue mani non sono libere o non hai un fazzoletto, tossisci o starnutisci nella manica, non nelle mani nude.

Credits Pazienti.it

Non toccare il viso: evitare di toccare gli occhi, il naso e la bocca con mani non lavate, che possono aiutare a fornire al virus una via di ingresso nel corpo. Dato che l’individuo medio si tocca il viso in media 15 volte all’ora, fai attenzione!

Mantenere pulite le superfici: pulire e disinfettare le superfici toccate di frequente, specialmente quando qualcuno è ammalato. Le superfici da considerare includono le maniglie delle porte, i telefoni, le tastiere del computer, i telecomandi e le altre superfici che vengono spesso toccate come quelle del bagno e della cucina.

Credits MOOD Magazine

Stile di vita

Riduzione dello stress: lo stress cronico può alterare negativamente le risposte del sistema immunitario, aumentando le probabilità di ammalarsi. Identifica le tue strategie personali di riduzione dello stress e praticale regolarmente.

Sonno: il sonno ha una grande influenza sulla funzione immunitaria, quindi è essenziale dormire molto. Pratica una buona igiene del sonno e mantieni costanti le ore di sonno: spegni gli schermi, assicurati che la stanza sia fresca, silenziosa e buia e imposta un promemoria per aiutarti ad andare a letto presto e sempre alla stessa ora.

Credits Educareyou

Esercizio: un’attività fisica moderata e regolare aiuta a rafforzare la funzione del sistema immunitario aumentando i livelli di globuli bianchi e di anticorpi che combattono le infezioni, aumentando la circolazione e diminuendo gli ormoni dello stress. Stabilire e seguire un programma di esercizi per aiutare non solo a prevenire le infezioni respiratorie, ma anche a migliorare la capacità di recupero cognitivo e fisico.

Alimenti / dieta nutrienti: la ricerca indica che frutta e verdura dai colori vivi aumentano l’immunità meglio della maggior parte degli integratori. Mangia molta frutta e verdura: punta a 10 porzioni al giorno. Includi anche verdure fermentate o altri alimenti contenenti probiotici.

Credits aloha.com

Mezzi naturali per rafforzare l’immunità

La maggior parte dei farmaci da banco tratta solo i sintomi delle infezioni virali e non aiuta il sistema immunitario a combattere l’infezione. Sebbene non vi siano ricerche per determinare cosa sia efficace in modo specifico per il coronavirus, quelle che seguono sono alcune delle modalità naturali che è possibile utilizzare sia per affrontare i sintomi che per rafforzare il sistema immunitario in caso di malattia.

Giovane-donna-distesa-sul-letto-beve-acqua-in-casa-per-epidemia-covid-coronavirus

Credito La Nuova Provincia di Biella

Cura di sé: quando si combattono le infezioni delle vie respiratorie superiori, le priorità principali sono l’abbondanza di idratazione e il riposo. Bevi molti liquidi. Anche i brodi vegetali o di ossa fatti in casa sono estremamente utili. Varie tisane/bevande calde possono aiutare con l’idratazione e ridurre i sintomi: buone scelte includono la menta piperita, lo zenzero, l’eucalipto, la camomilla e l’acqua calda con limone, miele e cannella.

Mal di gola: i gargarismi con acqua salata sono eccellenti per allentare il muco e aiutare a respingere le infezioni batteriche della gola. Tè caldi contenenti olmo scivoloso sono eccellenti agenti emollienti (per alleviare il bruciore e l’infiammazione delle mucose) per calmare il mal di gola irritato.

Due cucchiai di miele in acqua calda possono anche aiutare a lenire e ridurre l’infiammazione e il mal di gola. I tè alla camomilla e alla menta piperita sono anche utili per calmare il mal di gola irritato, così come i tè o le infusioni a base di radice di Althaea officinalis e radice di liquirizia, possono agire da calmanti emollienti.

Credits alphacoders

Congestione respiratoria e seni paranasali: per la congestione respiratoria, utilizzare un umidificatore, dei vaporizzatori o inalatori di vapore o trascorrere del tempo in bagni o docce con vapore. Vaporizzatori e inalatori possono anche essere usati con decongestionanti o oli essenziali come eucalipto, mentolo, menta piperita o incenso.

Gli spray nasali allo xilitolo sono molto utili, così come l’irrigazione nasale. La soluzione salina tampone è facile da preparare o può essere acquistata in dosi ed elimina qualsiasi irritazione delle mucose delicate.

Credits Sudinfo

Integratori, nutrienti e alimenti per supportare la funzione immunitaria

Esistono diversi nutrienti, sostanze vegetali a base vegetale e integratori che possono aumentare la funzione immunitaria e dare sollievo dai sintomi durante la malattia e possono aiutare anche a ridurre il decorso della malattia stessa. Per la prevenzione e il trattamento delle infezioni virali delle vie respiratorie superiori, considerare alcuni dei seguenti integratori.

Vitamina C: la vitamina C può aiutare a prevenire le infezioni, comprese quelle causate da batteri e virus. È stato dimostrato che la vitamina C somministrata regolarmente riduce la durata del raffreddore e dosi più elevate di vitamina C durante una malattia possono anche fungere da antistaminico naturale e antinfiammatorio.

Credits biofarma.it

Vitamina D: la vitamina D, nota come “vitamina del sole”, è uno dei nutrienti più importanti e potenti per il supporto del sistema immunitario. Numerosi studi hanno dimostrato che aiuta a ridurre il rischio di raffreddore e influenza. Sfortunatamente, un’alta percentuale della popolazione è carente, quindi l’integrazione giornaliera (idealmente sotto forma di vitamina D3) offre la migliore protezione.

Vitamina A: per un uso a breve termine e in particolare per quelli con una carenza moderata di vitamina A, l’integrazione può essere estremamente utile nel supportare la capacità del corpo di combattere le infezioni, in particolare per quanto riguarda le infezioni respiratorie.

Zinco: lo zinco svolge un ruolo significativo nel rafforzare l’immunità. Lo zinco può aiutare a ridurre la frequenza delle infezioni, nonché la durata e la gravità del raffreddore quando assunto entro 24 ore dall’esordio.

Selenio: il selenio, un nutriente chiave per la funzione immunitaria, è anche un antiossidante che aiuta a rafforzare le difese dell’organismo contro batteri, virus e cellule tumorali. Può essere particolarmente utile per proteggere da alcuni ceppi del virus dell’influenza. Il selenio è facilmente ottenuto dagli alimenti, ad esempio con il consumo di noci del Brasile.

Credits alphacoders

Miele: il miele è un buon emolliente (allevia il bruciore e l’infiammazione delle mucose), ha proprietà antiossidanti e ha alcuni effetti antimicrobici. È utile per la tosse e il mal di gola e può essere aggiunto al tè caldo.

Estratto/sciroppo di sambuco: il sambuco può essere utile nel ridurre la durata e la gravità dell’influenza. E’ stato dimostrato che aiuta a prevenire l’infezione da virus dell’influenza, oltre a dimostrare potenti proprietà antivirali che possono aiutare a ridurre la durata e i sintomi dell’influenza. Tuttavia, in alcune persone con malattie autoimmuni può essere necessaria cautela nell’uso del sambuco, a causa del meccanismo con cui stimola il sistema immunitario.

Aglio: l’aglio contiene una varietà di composti che possono influenzare l’immunità. Alcuni studi hanno dimostrato che sia l’aglio fresco, sia l’estratto di aglio invecchiato e alcuni altri integratori di aglio possono ridurre la gravità dell’infezione virale delle vie respiratorie superiori e funzionare nella prevenzione dell’infezione da virus che possono causare raffreddori.

Credits WebMD

Probiotici: i probiotici contengono “batteri buoni” che non solo supportano la salute dell’intestino ma influenzano anche il funzionamento e la regolazione del sistema immunitario. Gli studi hanno dimostrato che l’uso di probiotici può ridurre il numero di infezioni respiratorie, in particolare nei bambini.

 

Nota del Redattore: questo articolo ha lo scopo di identificare solo le modalità che possono rafforzare il sistema immunitario. Non ha lo scopo di raccomandare alcun trattamento, né alcuna di queste modalità è stata dimostrata efficace contro il coronavirus. Consultare sempre il proprio medico o operatore sanitario prima di utilizzare una di queste modalità.

 

Riferimenti

Bergman P, Lindh AU, Björkhem-Bergman L, Lindh JD. Infezioni da vitamina D e vie respiratorie: una revisione sistematica e una meta-analisi di studi randomizzati controllati. PLoS One . 2013; 8 (6): e65835. doi: 10.1371 / journal.pone.0065835

Besedovsky L, Lange T, Born J. Sonno e funzione immunitaria. Pflugers Arch . 2011; 463 (1): 121-137. doi: 10.1007 / s00424-011-1044-0

Biesalski HK, Nohr D. Importanza della vitamina A per la funzione polmonare e lo sviluppo. Mol Aspects Med . 2003; 24 (6): 431-440. doi: 10.1016 / s0098-2997 (03) 00039-6

Olson EJ. Mancanza di sonno: può farti star male? Mayo Clinic. Pubblicato il 28 novembre 2018. Accesso al 5 marzo 2020. https://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/insomnia/expert-answers/lack-of-sleep/faq-20057757

Cannell JJ, Vieth R, Umhau JC, et al. Influenza epidemica e vitamina D. Epidemiol Infect . 2006; 134 (6): 1129-1140. doi: 10.1017 / S0950268806007175

Clinton CC. Preparati per la stagione influenzale naturalmente. Associazione americana dei medici naturopati. Pubblicato il 29 ottobre 2012. Accesso al 5 marzo 2020. http://aanpsite.qa.membershipsoftware.org/article_content.asp?article=779

Raffreddori comuni: proteggi te stesso e gli altri. Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie. Recensito l’11 febbraio 2019. Accesso al 5 marzo 2020. https://www.cdc.gov/features/rhinoviruses/index.html

Davis JM, Murphy EA, McClellan JL, Carmichael MD, Gangemi JD. La quercetina riduce la suscettibilità alle infezioni influenzali a seguito di esercizi stressanti. Am J Physiol Regul Integr Comp Physiol . 2008; 295 (2): R505-R509. doi: 10.1152 / ajpregu.90319.2008

Esercizio fisico e immunità. MedlinePlus. Aggiornato il 4 marzo 2020. Accesso al 5 marzo 2020. https://medlineplus.gov/ency/article/007165.htm

Gleeson M. Effetti dell’esercizio fisico sulla funzione immunitaria e rischio di infezione. Mysportscience. Pubblicato il 26 settembre 2016. Accesso al 5 marzo 2020. http://www.mysportscience.com/single-post/2016/09/25/Strategies-to-reduce-illness-risk-in-athletes-Part-1- Behavioral-stile di vita-e-medici-strategie

Goggin R, Jardeleza C, Wormald PJ, Vreugde S. Argento colloidale: un nuovo trattamento per i biofilm di Staphylococcus aureus ? Int Forum Allergy Rhinol . 2014; 4 (3): 171-175. doi: 10.1002 / alr.21259

Goldman RD; Canadian Pediatric Society, Drug Therapy and Hazardous Substances Committee. Curare la tosse e il raffreddore: guida per gli operatori sanitari di bambini e giovani. Paediatr Child Health . 2011; 16 (9): 564-569. doi: 10.1093 / pch / 16.9.564

Griffin J, Akpan N. Per quanto tempo i virus del raffreddore e dell’influenza rimangono contagiosi sulle superfici pubbliche? PBS NewsHour. Pubblicato il 17 dicembre 2018. Accesso al 5 marzo 2020. https://www.pbs.org/newshour/science/how-long-do-cold-and-flu-viruses-stay-contagious-on-public-surfaces

Hao Q, Dong BR, Wu T. Probiotici per prevenire le infezioni acute del tratto respiratorio superiore. Database Cochrane Syst Rev. 2015; (2): CD006895. doi: 10.1002 / 14651858.CD006895.pub3

Hemilä H. Vitamina C e infezioni. Nutrienti . 2017; 9 (4): E339. doi: 10.3390 / nu9040339

Hojsak I, Abdovi? S, Szajewska H, ​​Milosevi? M, Krznari? Z, Kolacek S. Lactobacillus GG nella prevenzione delle infezioni nosocomiali del tratto gastrointestinale e respiratorio. Pediatria 2010; 125 (5): E1171-e1177. doi: 10.1542 / peds.2009-2568

Hulisz D. Efficacia dello zinco contro i comuni virus del raffreddore: una panoramica. J Am Pharm Assoc (2003) . 2004; 44 (5): 594-603. doi: 10.1331 / 1544-3191.44.5.594.hulisz

Josling P. Prevenire il raffreddore comune con un supplemento di aglio: un sondaggio in doppio cieco, controllato con placebo. Adv Ther . 2001; 18 (4): 189-193. doi: 10.1007 / bf02850113

Liquirizia. Michigan Medicine. Pubblicato il 22 ottobre 2014. Accesso al 5 marzo 2020. https://www.uofmhealth.org/health-library/d04424a1 – d04424a1-Header

Martineau AR, Jolliffe DA, Hooper RL, et al. Supplemento di vitamina D per prevenire le infezioni acute del tratto respiratorio: revisione sistematica e meta-analisi dei dati dei singoli partecipanti. BMJ . 2017; 356: i6583. doi: 10.1136 / bmj.i6583

Mijnendonckx K, Leys N, Mahillon J, Silver S, Van Houdt R. Argento antimicrobico: usi, tossicità e potenziale resistenza. Biometals . 2013; 26 (4): 609-621. doi: 10.1007 / s10534-013-9645-z

Nantz MP, Rowe CA, Muller CE, Creasy RA, Stanilka JM, Percival SS. L’integrazione con estratto di aglio invecchiato migliora sia la funzione delle cellule NK che quelle ?? – T e riduce la gravità dei sintomi del raffreddore e dell’influenza: un intervento nutrizionale randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo. Clin Nutr . 2012; 31 (3): 337-344. doi: 10.1016 / j.clnu.2011.11.019

Ooi ML, Richter K, Bennett C, et al. Argento colloidale topico per il trattamento della rinosinusite cronica recalcitrante. Microbiol anteriore . 2018; 9: 720. doi: 10.3389 / fmicb.2018.00720

Percival SS. L’estratto di aglio invecchiato modifica l’immunità umana. J Nutr . 2016; 146 (2): 433S-436S. doi: 10.3945 / jn.115.210427

Perry KA, Coulliette AD, Rose LJ, Shams AM, Edwards JR, Noble-Wang JA. Persistenza del virus dell’influenza A (H1N1) su superfici in acciaio inossidabile. Appl Environ Microbiol . 2016; 82 (11): 3239-3245. doi: 10.1128 / AEM.04046-15

Fitonutrienti. Valori nutrizionali. Accesso al 5 marzo 2020. https://nutritionfacts.org/topics/phytonutrients/

Porter RS, Bode RF. Una revisione delle proprietà antivirali dei prodotti di sambuco nero ( Sambucus nigra L.). Phytother Res . 2017; 31 (4): 533-554. doi: 10.1002 / ptr.5782

Abitudini sane per aiutare a prevenire l’influenza. Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie. Recensito il 7 novembre 2019. Accesso al 5 marzo 2020. https://www.cdc.gov/flu/prevent/actions-prevent-flu.htm

Prasad AS. Lo zinco è un agente antiossidante e antinfiammatorio: il suo ruolo nella salute umana. Front Nutr . 2014; 1: 14. doi: 10.3389 / fnut.2014.00014

Rondanelli M, Miccono A, Lamburghini S, et al. Cura di sé per i raffreddori comuni: il ruolo chiave di vitamina D, vitamina C, zinco ed echinacea in tre principali cluster interattivi immunitari (barriere fisiche, immunità innata e adattativa) coinvolti durante un episodio di raffreddori comuni: consigli pratici su dosaggi e il tempo di assumere questi nutrienti / vegetali per prevenire o curare i raffreddori comuni. Evid Based Complement Alternat Med . 2018; 2018: 5.813.095. doi: 10.1155 / 2018/5813095

Schapowal A, Klein P, Johnston SL. L’echinacea riduce il rischio di infezioni e complicanze ricorrenti del tratto respiratorio: una meta-analisi di studi randomizzati controllati. Adv Ther . 2015; 32 (3): 187-200. doi: 10.1007 / s12325-015-0194-4

Sibley C. Sambuco: un potente rimedio contro il raffreddore e l’influenza? Tempi di farmacia . Pubblicato 19 ottobre 2017. Accesso al 5 marzo 2020. https://www.pharmacytimes.com/contributor/cate-sibley-pharmd/2017/10/elderberries-a-potent-cold-and-flu-remedy

6 rimedi casalinghi per alleviare il mal di gola. Penn Medicine. Pubblicato l’8 gennaio 2018. Accesso al 5 marzo 2020. https://www.pennmedicine.org/updates/blogs/health-and-wellness/2018/february/sore-throat

Steinbrenner H, Al-Quraishy S, Dkhil MA, Wunderlich F, Sies H. Selenio dietetico nella terapia adiuvante delle infezioni virali e batteriche. Adv Nutr . 2015; 6 (1): 73-82. doi: 10.3945 / an.114.007575

Tiralongo E, Wee SS, Lea RA. L’integrazione di sambuco riduce la durata e i sintomi del raffreddore nei viaggiatori aerei: uno studio clinico randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo. Nutrienti . 2016; 8 (4): 182. doi: 10.3390 / nu8040182

Higdon J, Drake VJ, Delage B, Ross CA, Tan L. Vitamin A. Linus Pauling Institute. Recensione del marzo 2015. Accesso al 5 marzo 2020. https://lpi.oregonstate.edu/mic/vitamins/vitamin-A

Higdon J, Drake VJ, Angelo G, Delage B, Carr AC, Michels AJ. Vitamina C. Linus Pauling Institute. Recensione del dicembre 2018. Accesso al 5 marzo 2020. https://lpi.oregonstate.edu/mic/vitamins/vitamin-C

Wang Y, Li X, Ge T, et al. Probiotici per la prevenzione e il trattamento delle infezioni del tratto respiratorio nei bambini: una revisione sistematica e una meta-analisi di studi randomizzati controllati. Medicina (Baltimora) . 2016; 95 (31): e4509. doi: 10.1097 / MD.0000000000004509

Cosa succede quando il tuo sistema immunitario viene stressato? Clinica Cleveland. Pubblicato il 1 marzo 2017. Accesso al 5 marzo 2020. https://health.clevelandclinic.org/what-happens-when-your-immune-system-gets-stressed-out/

Yaribeygi H, Panahi Y, Sahraei H, Johnston TP, Sahebkar A. L’impatto dello stress sulla funzione del corpo: una revisione. EXCLI J. 2017; 16: 1057-1072. doi: 10.17179 / excli2017-480

Zakay-Rones Z, Thom E, Wollan T, Wadstein J. Studio randomizzato sull’efficacia e la sicurezza dell’estratto di sambuco orale nel trattamento delle infezioni da virus A e B. J Int Med Res . 2004; 32 (2): 132-140. doi: 10.1177 / 147323000403200205

Nanoparticelle di argento Zhang XF, Liu ZG, Shen W, Gurunathan S.: sintesi, caratterizzazione, proprietà, applicazioni e approcci terapeutici. Int J Mol Sci . 2016; 17 (9): E1534. doi: 10.3390 / ijms17091534

Si rende noto che le immagini presenti negli articoli riportano la fonte e/o l’autore, quando noti, e sono utilizzate esclusivamente a scopo illustrativo e divulgativo. Qualora dovessero violare eventuali diritti di Copyright, si prega di comunicarlo al seguente indirizzo email per la rimozione delle stesse: info@agemony.com

Autore

Massimo Spattini

Massimo Spattini

Medico Chirurgo Specializzato in Scienza dell’Alimentazione e Medicina dello Sport. Board Certified in Anti Aging & Regenerative Medicine ABAARM ..