Le polizze assicurative scommettono sullo stile di vita sano

Scritto da

Dai braccialetti intelligenti all’allenatore dello stile di vita, dagli sconti sullo sport ai rimborsi sul premio per chi vuole stare bene e lo dimostra.

Le nuove polizze 4.0 sono già una realtà e non rimborsano soltanto le spese mediche ma, soprattutto, quelle per mantenersi in buona salute. Una vera e propria rivoluzione, quella introdotta da numerose compagnie assicurative, che ridefinisce completamente il ruolo dell’assicurato responsabilizzandolo sulle scelte di ogni giorno che riguardano la sua salute e garantendo un rimborso per contratto se si impegna concretamente a stare bene e ad abbandonare eventuali abitudini a rischio: attività sedentaria e disordini alimentari in primis.

Allenamento e prevenzione

I premi delle varie assicurazioni che hanno introdotto queste nuove polizze coprono generalmente i check-up, le vaccinazioni, le attività sportive e quelle ricreative che possono migliorare la salute dell’assicurato e ridurre il rischio di malattie da stress. Includono anche le spese per “l’allenatore dello stile di vita”, come ad esempio la figura del personal trainer. C’è chi ha previsto un “conto salute” individuale sul quale far confluire una parte del premio non utilizzato nell’anno per il rimborso delle spese dell’assicurato, con lo scopo di finanziare un’indennità alla quale ricorrere in caso di malattie gravi e in condizioni di non autosufficienza.

L’obiettivo, per le compagnie assicurative, è sostenere tutte le attività che quotidianamente aiutano la prevenzione delle malattie più tipiche della nostra società, come ad esempio quelle che interessano il sistema cardiovascolare, il diabete, le malattie oncologiche, riducendo così il ricorso a medicinali e trattamenti clinici onerosi anche per il Sistema Sanitario Nazionale e contribuendo a migliorare lo stile di vita degli italiani, popolazione tra le più longeve del mondo ma purtroppo ancora fra quelle più sedentarie.

Mens sana in corpore sano

Più che una polizza sulle malattie, oggi si sceglie un percorso di salute nel quale tutto il nucleo familiare è guidato da un pool di specialisti che disegnano e pianificano controlli personalizzati e piani nutrizionali su misura per adulti e bambini, organizzano attività sportive adeguate e forniscono consigli per un riposo di qualità, oltre ad attività ricreative in linea con i propri interessi e per il mantenimento del benessere psicologico.

La copertura si estende, quindi, alla gestione complessiva dello stato di salute dell’assicurato. In alcuni casi include ad esempio anche l’acquisto di attrezzature sportive come tapis roulant e cyclette, abbonamenti a palestre, consumo di cibi biologici, utilizzo di alcuni integratori alimentari. Tra le spese coperte anche le attività che favoriscono il benessere mentale come spettacoli teatrali, concerti e viaggi brevi.

Le nuove tecnologie al servizio della salute

La crisi del Welfare State ha spinto poi le assicurazioni dell’era 4.0 ad introdurre l’utilizzo dei cosiddetti bracciali intelligenti (wearable device, smartwatch collegati con smartphone o tablet) che forniscono prove e dati in tempo reale dell’attività fisica, dello stato di salute e degli stili di vita dei propri assicurati. Attraverso questa tecnologia gli assicuratori riescono a delineare il livello di rischiosità dei vari clienti, a personalizzare i contratti e a premiare quelli che scelgono una vita sana applicando importanti sconti sulle polizze. A proteggere la nostra salute ci pensano, quindi, anche le nuove tecnologie associate a strumenti assicurativi innovativi. La rivoluzione è appena iniziata e si sta evolvendo a ritmi velocissimi: la promessa è quella di cambiare per sempre, in meglio, la nostra aspettativa di vita ma soprattutto la sua qualità.

 

 

 

Autore