Facciamo ordine: contagiato non significa malato

Il termine CONTAGIATO implica che un soggetto ha contratto un infezione per modalità diretta o indiretta. In caso del nuovo coronavirus pandemico (19 ,detto anche Sars-CoV2 perché potenzialmente capace di indurre una malattia specifica chiamata Sindrome Severa Acuta Respiratoria 2) , le vie di diffusione da persona a persona sono:

  • Dirette: attraverso la saliva e le sue goccioline nebulizzate (di Droplet) , e le secrezioni respiratorie
  • Indirette: attraverso oggetti o superficie contaminati (via che prevede la contaminazione della bocca o del naso o degli occhi attraverso il contatto con la superficie contaminata in termini rapidi)

Tecnicamente, nel soggetto contagiato il sistema immunitario viene “ingaggiato” a livello locale (vie aeree superiori e/o bocca e/o mucosa intestinale) per debellare il virus (nella sua forza e possibilità di diffondere moltiplicandosi all’interno dell’organismo) e contenerlo. Questo ingaggio può  risultare totalmente asintomatico per il soggetto contagiato, oppure dare segno della “battaglia in corso” con sintomi di febbricola o mal di testa o altri aspecifici. In questo caso non c’è alcun pericolo per il soggetto ospite.

Il termine MALATO implica che all’infezione è seguita la malattia per incapacità del Sistema immunitario di arrestare l’aggressione del virus. Nella maggior parte dei casi la malattia è lieve e auto-limitantesi e porta a una “paucisintomaticità”, ovvero a sintomi pseudoinfluenzali come indolenzimento muscolare, mal di testa, astenia, diarrea, tosse secca, mal di gola, o più specifici come perdita del gusto e dell’olfatto. In alcuni casi la malattia diviene grave con interessamento delle vie respiratorie basse (tipo polmonite o Sars 2) e possibili complicanze di tipo trombofilico e cardiache (significando una bassa competenza del sistema immunitario dell’ospite).

Tutte le modalità atte a rinforzare il sistema immunitario innato (diverso da quello anticorpale) nella fase di semplice infezione, e comunque stagionalmentepotranno essere utili a favorire l’arresto del virus:

  • Evitamento di schock termici (temperature fredde alterano le mucose delle vie respiratorie in modo meccanico favorendo l’attecchimento al virus)
  • Rinforzo e stimolo dell’immunità innata locale (lattoferrina, propoli, quercitina per esempio)
  • Rinforzo e stimolo dell’immunità innata sistemica (adeguati valori giornalieri di vit D nel sangue, echinacea, papaya fermentata, solo per fare alcuni esempi)

Nella stessa fase inoltre (così come in quella della paucisitnomaticità), dovrà essere evitata la possibilità di infettare persone a rischio quali anziani, malati cronici, pazienti obesi con sindrome metabolica, diabetici.

Bibliografia

  • https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC7430291/
  • https://doi.org/10.1007/s00259-020-04819-6
  • https://clinicaltrials.gov/ct2/show/NCT04480593
  • https://doi.org/10.1017/ice.2020.241
  • https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC7166201/
  • https://it.wikipedia.org/wiki/SARS
  • 2.INTERNATIONAL JOURNAL OF
  • MOLECULAR SCIENCES
  • Lactoferrin as Protective Natural Barrier of Respiratory and Intestinal
  • Mucosa against Coronavirus Infection and Inflammation Int. J. Mol. Sci. 2020, 21, 4903 https://www.mdpi.com/1422-0067/21/14/4903
  • E.Campione, T.Cosio, L.Rosa.,C.Lanna, S. Di Girolamo, R. Gaziano, P. Valenti, L. Bianchi
  • Dermatologic Unit, Department of Systems Medicine, University of Rome Tor Vergata, 00133 Rome, Italy
  • Department of Public Health and Infectious Diseases, University of Rome La Sapienza, 00185 Rome, Italy
  • Department of Otorhinolaryngology, University of Rome Tor Vergata, 00133 Rome, Italy
  • Department of Experimental Medicine, University of Rome Tor Vergata, 00133 Rome, Italy
  • Int. J. Mol. Sci. 2020, 21(14), 4903
  • Received: 17 June 2020 / Revised: 5 July 2020 / Accepted: 9 July 2020 / Published: 11 July 2020
  • 2. Lactoferrin: A Natural Glycoprotein Involved in Iron and Inflammatory Homeostasis.Int J Mol Sci. 2017 Sep 15. Rosa L, Cutone A, Lepanto MS, Paesano R, Valenti P.
  • Colunga Biancatelli RML, Berrill M, Catravas JD, Marik PE. Quercetin and Vitamin C: An Experimental, Synergistic Therapy for the Prevention and Treatment of SARS-CoV-2 Related Disease (COVID-19). Front Immunol. 2020 Jun 19;11:1451. doi: 10.3389/fimmu.2020.01451. PMID: 32636851; PMCID: PMC7318306.
  • Derosa G, Maffioli P, D’Angelo A, Di Pierro F. A role for quercetin in coronavirus disease 2019
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Potrebbero interessarti anche