Effetto Anti-Age Cutaneo dell’Acido Retinoico

L’acido retinico topico è stato utilizzato inizialmente per trattare l’acne. Gli effetti Anti-Age miracolosi di questo retinoide, derivato della vitamina A, sono stati messi alla luce del giorno allo stesso momento della scoperta dei meccanismi del fotoaging.

L’aging cutaneo secondario al danno solare consiste in una deposizione di una matrice degenerata con caratteri simil cicatriziali (materiale elastosico). La riparazione esita in una invisibile “cicatrice solare”. L’insulto ripetuto porta a un danno da accumulo che si manifesta nella ruga di photoaging.

Il ruolo delle sostanze Anti-Età consiste nel prevenire i danni cutanei, riparare, rigenerare, proteggere e mantenere l’integrità cutanea.

È stato provato con diversi studi scientifici che l’acido retinico aumenta la rigenerazione dermi-epidermica, stimola la neoangiogenesi , la neosintesi di fibre di collagene, inibisce le metalloproteasi ed infine riduce le macchie aumentando la dispersione della melanina.

La pelle resta estremamente luminosa

Nella mia pratica quotidiana, uso una maschera auto-occlusiva con alta concentrazione di Acido Retinoico al 5% associato ai fattori di crescita (polipeptidi che mimano l’effetto dei FGF Fibroblast Growth Factors stimolando la sintesi del collagene). La pelle viene preparata con una soluzione cheratolitica, poi viene applicata la maschera per un tempo di 30 minuti. La rimozione della maschera fa scoprire una pelle estremamente luminosa senza segni di eritema o irritazione cutanea.

La desquamazione epidermica avviene circa 2 giorni dopo il trattamento e dura per circa 5 giorni. Consiglio l’applicazione durante la desquamazione di una crema idratante riparatrice con filtro solare che aiuta sia la rigenerazione dei strati superficiali epidermici, sia la protezione cutanea dai danni dei raggi ultravioletti.

l’Acido Retinoico usato mediante una maschera occlusiva ha un triplo effetto:

  1. effetto Anti-Age stimolando la neocollagenesi;
  2. effetto cheratolitico desquamante rigenerando la pelle;
  3. effetto schiarente aumentando la dispersione della melanina.

Il tutto senza causare alcun eritema né irritazione cutanea secondaria.

 

[Photo credits in copertina MedWellness, all’interno indiamart.com]

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Potrebbero interessarti anche