Tagliolini con pesto di rucola e mandorle

Scritto da

Come si può rinunciare ad un buon piatto di pasta?

 

CHO 40,98 g per 100 g senza le verdurine saltate

 Senza glutine

Senza lattosio

Costo basso

Difficoltà bassa

Secondo noi è praticamente impossibile! Che sia semplicemente con il pomodoro oppure con altri ingredienti più complessi per il condimento, la pasta è il primo piatto per eccellenza che rappresenta uno dei simboli della nostra mediterraneità.

Quella che vi proponiamo è, nemmeno a dirlo, una ricetta senza glutine che possiamo considerare come piatto completo: racchiude verdure, carboidrati e gli oli, tanto buoni per la salute, della frutta secca.

Prepariamo insieme i Tagliolini Verrigni con pesto di rucola e mandorle.

Ingredienti

400 g tagliolini al mais senza glutine Verrigni**

70 g rucola

35 g mandorle pelate

q.b. verdure miste a cubetti q.b.

olio extra vergine di oliva

sale e pepe

**Prodotti specifici per celiaci

Preparazione

Preparate il pesto di rucola. Mettete l’acqua sul fuoco e portatela ad ebollizione, aggiungete un pizzico di sale grosso e fate scottare la rucola per 1 minuto. Scolate la rucola e buttatela in una ciotola con acqua fredda oppure con acqua e ghiaccio.

In un frullatore, frullate le mandorle per ottenere una farina.

Togliete la rucola dall’acqua e mettetela in un bicchiere alto in cui si possa usare un frullatore ad immersione. Aggiungete circa 30 g di olio extra vergine di oliva e frullate bene, se necessario aggiungete anche 1-2 cucchiai d’acqua; infine mettete le mandorle tritate e aggiustate di sale e pepe.

Tritate un po’ di verdure (noi abbiamo fatto una brunoise con porro, zucchina, carota, peperone rosso, peperone giallo e fagiolini) e fatele saltare qualche minuto in una padella antiaderente con un filo d’olio, un pizzico di sale e pepe.

Cuocete i tagliolini Verrigni in abbondante acqua salata, scolateli al dente conservando un po’ di acqua di cottura. Condite con il pesto di rucola e servite con le verdurine saltate.

Questa ricetta non prevede l’uso di formaggio quindi è adatta sia agli intolleranti al lattosio e alle proteine del latte sia a vegetariani e vegani.

Visita il Blog Uno Chef per Gaia

Scrivi a unochefpergaia@gmail.com

Acquista il libro su Amazon Uno Chef per Gaia

 

Photo credits Ilaria Bertinelli, blog.giallozafferano.it

Categorie Articoli:
Cucina funzionale

Commenti disabilitati.