10 Miti Da Sfatare Riguardo Il Dimagrimento

Scritto da
Fabrizio Tamburini

Analizziamo alcuni miti che persistono nell’immaginario collettivo.

 

1.  I carboidrati non vanno associati alla carne o altre proteine

Al contrario, se nello stesso pasto vengono abbinati i principali gruppi nutritivi (carboidrati, proteine, grassi) il metabolismo viene facilitato.

2.  Il pesce è ricco di fosforo e fa bene alla memoria

Non è il fosforo ad aiutare la memoria, ma gli acidi grassi omega-3 e le vitamine B2 e B12, che si trovano anche in spinaci, broccoli, uova, carne e derivati del latte.

3.  Lo zucchero di canna ha meno calorie di quello bianco

La differenza è minima (362 Kca/100 g di canna contro 392 Kca/100 g di quello bianco). Forse può diventare percepibile perché lo zucchero di canna si scioglie con maggiori difficoltà e in parte può restare sul fondo della tazzina.

4.  La carne rossa combatte l’anemia

Tutte le carni, anche quelle bianche combattono l’anemia perché contengono ferro. La differenza di colore tra i  vari tipi di carne dipende semplicemente dalla percentuale di mioglobina, proteina che serve a ossigenare i muscoli.

5.  I cibi integrali sono più leggeri

Basta leggere l’etichetta per accorgersi che questa affermazione è falsa.

6.  Per dimagrire bisogna abolire i grassi

I grassi invece aiutano il nostro corpo ad assorbire vitamine liposolubili. Ogni giorno andrebbero assunti almeno due/tre cucchiai di olio.

7.  Per dimagrire servono frutta e verdura fresche, non conservate 

I surgelati vanno benissimo a condizione di conservarli correttamente.

Al supermercato verificate che le confezioni non presentino segni di scongelamento. Scongelando e ricongelando, molte vitamine vanno perdute: i piselli devono dare la sensazione dello sfuso oppure separarsi facilmente nel sacchetto e non sembrare un blocco unico di ghiaccio.

Nelle confezioni di spinaci e altre verdure in foglia il peso deve essere equamente distribuito e non tutto ammassato in un angolo.

Altro accorgimento: meglio non utilizzare le salse elaborate che non solo sono costose, ma aggiungono anche inutilmente grassi e sodio a verdure altrimenti sanissime.

8.  La dieta dissociata fa dimagrire

Pranzo carboidrati e cena proteine.

Il motivo che forse si dimagrisce (ma non in salute) è che abolendo una delle due portate principali previste per il pasto, ovviamente si arriva nella maggior parte dei casi a una riduzione dell’ammontare calorico. Tipico delle diete fai da te, forse per semplicità in quanto preparare  entrambe le portate risulta più laborioso. Anzi alla lunga si rischia di avere dei deficit di nutrienti

9.  Mai concedersi un dolce per tutta la durata della dieta

Si può invece e in alcuni casi aiuta anche a dimagrire: sostituiamo il pasto con un dolce, purchè una volta ogni tanto, ma a condizione che sia veramente una volta ogni tanto e non diventi una abitudine. Concedersi qualche peccato di gola aiuta.

Se sporadicamente, uno dei vostri alimenti preferiti diventa un pasto, sarà più facile evitare di “pasticciare” costantemente giorno dopo giorno.

Ed infine parliamo del miele.

10.  Quando siamo a dieta dolcifichiamo solo con il miele

Teoricamente esso infatti è una soluzione densa di più zuccheri semplici, ma contiene circa il 18% di acqua e quindi apporta meno calorie dello zucchero. Ha un potere dolcificante leggermente superiore allo zucchero e quindi in teoria se ne possono usare quantità minori.

Attenzione tuttavia: un cucchiaino da caffè contiene 5 g di zucchero, ma 10 g miele. Fate voi i calcoli.

Inoltre  con il miele è facile esagerare in quanto spesso è circondato da un alone salutistico molto enfatico circa i suoi non ben provati effetti antinfiammatori e antimicrobici e da affermazioni esagerate circa i suoi pregi.

In realtà infatti  esso contiene solo tracce di vitamine, minerali, acidi organici, polifenoli, ecc. assolutamente trascurabili con i normali dosaggi utilizzati.

 

 

Per seguire il Dottor Fabrizio Tamburini PROFILO FACEBOOK

Contatto Whatsupp 3284124321

 

 

[Photo Credits rd.com, ru.pngtree.com, pinterest.com] 

Categorie Articoli:
Nutrizione e Farmacologia

Commenti disabilitati.