10 Errori Nelle Diete Fai Da Te

Scritto da

Sovente l’aumento  o la mancata perdita di peso è causata da banali errori alimentari. Ecco l’elenco dei 10 errori più comuni e come e perché correggerli. La restrizione calorica è inutile.

1 ⇒  SALTARE LA COLAZIONE O ACCONTENTARSI DI CAFFÈ

Fra la cena e il pranzo passano più di 15 ore. È vero che sommando le calorie alla fine si ha un deficit, tuttavia il pasto successivo ovvero il pranzo sarà probabilmente abbondante per la fame “atavica” e con genere di pasto è molto difficile mantenere un indice glicemico medio-basso mentre risulta più agevole con un pasto moderato.

 

2 ⇒  ERRATA DISTRIBUZIONE DEGLI ALIMENTI NELLA GIORNATA

La giusta quota calorica secondo i ritmi ormonali deve essere indirizzata a colazione e pranzo mentre la cena deve essere leggera.

 

3 ⇒  PASTI CON INDICE GLICEMICO TROPPO ELEVATO

Come riconoscerli? Sono quelli che vi inducono sonnolenza. Essi mettono sotto stress la secrezione di insulina, ormone che favorisce l’accumulo di grassi. Quindi i pasti principali dovranno essere composti da una buona quota di fibre vegetali, mentre proteine, carboidrati e grassi dovranno essere tutti contemporaneamente presenti.

 

4 ⇒  ALIMENTAZIONE CON SCARSA VARIABILITÀ

Genera facilmente delle carenze alimentari o degli eccessi.

 

5 ⇒  A PRANZO UN PANINO AL VOLO

La maggior parte delle volte il picco glicemico è troppo elevato. Variamola allora con un’insalata e un secondo proteico.

 

6 ⇒  APERICENA

Tante calorie senza alcun nutriente, in più si aggiunge l’elevato indice glicemico dell’alcool. Un bicchiere di vino e qualche vegetale in pinzimonio limitano i danni, comunque l’appuntamento non può essere frequente. Solo 2-3 volte al mese.

 

7 ⇒  TROPPI DOLCI

Nella piramide alimentare il dolce è previsto 1-2 volte a settimana quindi non tutti i giorni. Allora attenzione ai dolci a colazione, dolcetto dopo il caffè, spezzafame a metà giornata e pezzetto di cioccolata dopo cena.

 

8 ⇒  FALSE CREDENZE

Biscotti e formaggi dietetici non esistono. Se si confrontano le calorie di un biscotto secco e di uno al burro si scopre che sono più o meno lo stesse. Quindi 4-5 biscotti a colazione sono tollerabili, ma solo occasionalmente se dopo si fa attività sportiva e dopo cena se si va a ballare, altrimenti bisogna orientarsi su altre fonti di carboidrati.

 

L’attrice Renée Zellweger

9 ⇒  DOPO CENA ABBANDONARSI SUL DIVANO O CORICARSI IMMEDIATAMENTE DOPO

L’abitudine di cenare e poi sedersi, coricarsi o dormire porta inesorabilmente ad accumulare l’ultimo pasto. Ovvio che se si è corsa una maratona prima allora la situazione è diversa. Quindi spostiamo in avanti l’orario della cena affinchè  la digestione sia completa e si abbia la possibilità di smaltire almeno in parte i nutrienti ingeriti.

 

10 ⇒  MANGIARE RAPIDAMENTE

La grelina, l’ormone della sazietà prodotto dallo stomaco quando si riempie, impiega circa 20’ per arrivare al cervello e dare informazioni. Se si mangia troppo rapidamente si rischia di ingerire troppe calorie non necessarie ed il carico glicemico aumenta.

 

Per seguire il Dottor Fabrizio Tamburini PROFILO FACEBOOK

Contatto Whatsupp 3284124321

 

 

[Photo Credits edizionilpuntodincontro.it, tantasalute.it, ilcorriere.net, thefederalist.com]

Categorie Articoli:
Nutrizione e Farmacologia

Commenti disabilitati.