Bacio Al Veleno: 4 Step Per Evitare Sostanze Tossiche Nei Rossetti

Scritto da

Rossetto, simbolo vezzoso di femminilità per eccellenza, ma sai davvero cosa ti metti? 

La maggior parte di noi donne ha il proprio rossetto preferito. È un cosmetico diffusissimo, quindi sarà anche sicuro, è solo un innocuo rossetto, dopo tutto. E ne usiamo solo una piccola quantità, giusto? Sbagliato. Vediamo perché.

Purtroppo, proprio come molti altri prodotti che troviamo normalmente nella nostra trousse da trucco o nell’armadietto in bagno, anche i rossetti possono essere imbottiti di ingredienti dannosi per la salute. In più vengono apposti sulle labbra e molto facilmente finiscono per essere mangiati.

Anche se la quantità effettiva di rossetto che una donna consuma durante la sua vita è sconosciuta, ci sono studi che affermano che possiamo consumarne fino a 7 chili nell’arco dell’intera esistenza. pubmed/15621341

Gli studi evidenziano sostanze tossiche

La Berkeley University, California, ha condotto uno studio che ha evidenziato come ben 32 marche di rossetti contenessero tracce di piombo, arsenico, alluminio, mercurio e cromo.

Sebbene queste tracce di elementi dannosi fossero minime e le società cosmetiche produttrici ne ritenessero i livelli sicuri per il consumo umano, mi chiedo tuttavia cosa possa capitare al corpo durante un’intera vita di utilizzo di prodotti contaminati da metalli pesanti, che andrebbero comunque in accumulo con altre fonti esogene degli stessi. ehp/1205518

L’aspetto inquietante è che le aziende che certificano i propri rossetti come “senza piombo” possono in realtà lasciarvene tracce senza indicarle purchè entro i limiti ministeriali. Metalli pesanti sono stati rilevati anche in una vasta gamma di prodotti per la cura personale, inclusi dentifrici sbiancanti, smalto ed eyeliner. Ritorno a sottolineare il problema dell’accumulo.

1. Come faccio a sapere se il mio rossetto contiene ingredienti tossici?

Controlla con molta attenzione l’INCI (International Nomenclature of Cosmetic Ingredients), ovvero l’elenco dettagliato degli ingredienti presenti in un prodotto cosmetico, e se trovi i seguenti additivi forse è meglio cambiare marca: acetato di piombo, cromo, esametafosfato di sodio, olio di cotone idrogenato, timerosale (in inglese: lead acetate, chromium, sodium hexametaphosphate, hydrogenated cottonseed oil, thimerosal).

È inoltre importante notare che vari ingredienti contenenti tracce di metalli pesanti potrebbero non essere elencati in etichetta.

2. A quali altri ingredienti devo fare attenzione?

Molti rossetti contengono sia cere sintetiche che petrolati noti per causare reazioni allergiche. pubmed/18992965

Altri ingredienti da evitare sono:

  • Colori artificiali (spesso contenenti piombo)
  • Ftalati (liquido oleoso incolore) che conferiscono al rossetto una sensazione scivolosa
  • Oli minerali (spesso derivati ​​da petrolio)
  • Profumi artificiali (spesso derivati ​​da petrolchimici)

3. Cosa sono i metalli pesanti e perché dovrei evitarli?

Un metallo pesante è un elemento chimico potenzialmente tossico per il corpo umano con alta densità (maggiore di 5 grammi per centimetro cubo), gravità specifica e peso atomico maggiore di 20. L’accumulo di metalli pesanti nel corpo è stato collegato a una serie di problemi di salute, compresa la tossicità del sistema riproduttivo, immunitario e nervoso. Queste sostanze chimiche costituiscono una minaccia ancora maggiore per le popolazioni vulnerabili, come le donne in gravidanza, i bambini, gli adolescenti, gli anziani, gli immunodepressi e in generale tutti coloro affetti da patologie.

4. Come posso evitare rossetti tossici?

Nonostante ultimamente si sia tutti più sensibilizzati sull’argomento, metalli pesanti come il piombo sono ancora comunemente rilevati in molti prodotti cosmetici e per l’igiene quotidiana.

Può essere difficile evitare tali prodotti a causa del fatto che non si tratta di una dicitura normalmente apposta sulle etichette se in quantità ritenute minime e che piccoli quantitativi di ingredienti tossici possono non essere dichiarati.

Il modo migliore per evitare di esporsi a metalli pesanti in prodotti come il rossetto o altri cosmetici è quello di utilizzarli solo in occasioni speciali oppure acquistare solo marchi biologici, certificati, dopo aver appurato l’assenza di prodotti chimici tossici. In linea di massima, occorre leggere sempre con molta attenzione la tabella INCI (lista degli ingredienti) che per legge deve essere riportata su ogni confezione.

Ecco infine due test veloci e semplici che potete fare in casa per controllare se i vostri rossetti contengono piombo.

Test con foglio di alluminio

1. Prendere una striscia di carta stagnola.

2. Mettere del rossetto su di essa.

3. Strofinare per 10 secondi con una velina.

Se il colore del rossetto diventa di una tonalità più scura, molto probabilmente contiene piombo.

Test con anello d’oro

1. Mettere del rossetto sulla mano.

2. Strofinare un anello d’oro 24K o 18K sul rossetto.

Se il colore del rossetto diventa scuro, molto probabilmente contiene piombo.

 

 

 

Puoi scrivermi a paolafinardi@agemony.com

Puoi seguirmi su Instagram o su Facebook

Puoi leggere gli altri miei articoli qui autori/finardi-paola

 

Photo Credits Amgen Oncology, Pinterest

Categorie Articoli:
Youniverse

Commenti disabilitati.